Visite e Viaggi per i nostri Soci nel 2013



Chiesa di S. Eustorgio – Milano (giovedì 31 gennaio)

Cappella Portinari con affreschi di Vincenzo Foppa. Guida culturale: Fiammetta Franzi

 


Chiesa di S. Antonio Abate – Milano (lunedì 11 febbraio)

Affreschi della chiesa. Guida culturale: Fiammetta Franzi

 


Museo del Cinema a Torino  (giovedì 21 febbraio)

All’interno della ristrutturata Mole Antonelliana, il Museo si sviluppa in altezza: un ascensore panoramico permette di ammirare Torino dall’alto dei 167 metri di altezza della cupola della Mole. Pensato e realizzato da Alessandro Antonelli nel 1870 per una sinagoga, ospita oggi il materiale raccolto negli anni dall’appassionata di cinema Adriana Priolo. Guida culturale: Andrea Chimento

 


Biblioteca Ambrosiana - Milano  (lunedì 25 febbraio)

Cartone di Raffaello, preparatorio per l’affresco della Scuola di Atene nelle Stanze Vaticane. Guida culturale:Fiammetta Franzi

Il Friuli ed il Tiepolo in mostra (da giovedì 28 febbraio a domenica 3 marzo)

Nei domini di terra della Serenissima e sulle tracce del medioevo che ne precedette la nascita: in Friuli per mostre, musei e città. Le atmosfere del ‘500 veneziano e le luci del barocco nelle mostre di Udine “I colori della seduzione, Giambattista Tiepolo e Paolo Veronese” ed ancora Tiepolo a Villa Manin. Visiteremo Gorizia: città dei duchi di Tirolo, degli Asburgo e della divisione tra Est ed Ovest durante la “guerra fredda”. Spilimbergo con il suo duomo e dalle montagne della Carnia, con la ricostruzione dei monumenti di Gemona, al mare con il romanico dell’antica Grado. Guida culturale: Marco Parini

 


Lisbona e dintorni  (da giovedì 21 a domenica 24 marzo)

La Lisbona dei Braganza, del Fado e dell’Expo, in occasione di nuovi restauri e di recenti riaperture. Quattro giorni tra musei, azulejos e palazzi come quello dos Marqueses de Fronteira o la reggia di Queluz. La ricostruzione della zona del Chiado dell’architetto Álvaro Sisa, musei privati come il celebre Gulbenkian ed il monastero dei Jerónimos a Belém con la tomba di Vasco Da Gama, ricordando il Portogallo signore del mondo dal giudizio di Papa Borgia alla conquista delle colonie in estremo oriente. Cena e musica nel quartiere dell’Alfama. Guida culturale: Marco Parini

 

A Padova per Pietro Bembo e De Nittis e altro   (da venerdì 5 a sabato 6 aprile)

A Padova per le splendide mostre di De Nittis e Pietro Bembo, e non solo... a Castelfranco Veneto per Giorgione, a Fanzolo di Vedelago per visitare la meravigliosa Villa Emo, del Palladio, affrescata da Battista Zelotti, collaboratore di Paolo Veronese, e visita a Cittadella, splendida cittadina medioevale con una cinta muraria del XIII secolo ancora perfettamente integra. Guida culturale: Marco Parini

 

A Varallo Sesia sulle orme di Gaudenzio Ferrari (giovedì 11 aprile)

Il valsesiano Gaudenzio Ferrari, vissuto fra ‘400 e ‘500, è il massimo protagonista della stagione artistica di Varallo, il principale centro della Valsesia; essa culmina con la costruzione della “Nuova Gerusalemme”, il Sacro Monte che si erge a dominio della cittadina ed è il più grandioso e monumentale fra quelli scaturiti dalla Controriforma; nelle sue numerose cappelle trovano infatti posto circa 600 statue e 4.000 figure affrescate, in parte opera del Ferrari, pittore, scultore e architetto: un vero artista rinascimentale. Anche la Pinacoteca e le chiese di Varallo (in particolare S. Maria delle Grazie con uno straordinario ciclo di affreschi) conservano molte ed importanti opere del Ferrari che ne dimostrano appieno le qualità artistiche e culturali. Guida culturale: Giovanni Fossati 

 

Il Monastero Carmelitano di S. Elia presso Sanremo, progettato da Gio’ Ponti; Villa Regina Margherita a Bordighera, prestigiosa residenza della sovrana, divenuta importante polo museale dopo il recente restauro; Villa San Luca a Ospedaletti, con straordinarie raccolte di arredi ed arti decorative; Villa Rothschild a Cap Ferrat, con preziose collezioni e splendidi giardini; Ventimiglia Alta e Pigna, antichi borghi medievali ricchi d’arte e di suggestive memorie; tali beni culturali testimoniano la ricchezza di un territorio che ancora oggi offre occasioni di vivo interesse, profondo fascino, piacevoli incanti. Guida culturale: Rosa Maria Bruni Fossati

 

Viaggio musicale a Amsterdam: Chailly, Bollani, Gershwin  (da mercoledì 24 a sabato 27 aprile)
Un tuffo ideale nella cultura musicale americana. Dal Nuovo Mondo al vecchio mondo la musica degli anni trionfanti di Scott e Zelda Fitzgerald: Adams, Gershwin, nell’entusiastica interpretazione di Riccardo Chailly e Stefano Bollani. Non mancheranno visite ai musei e allo straordinario parco d’acqua Het Twiske, riserva naturale a Nord di Amsterdam, a Den Hag, alla cittadina di Delft, al centro storico di Haarlem e al Parco dei Fiori "De Keukenhof". Guida culturale: Anna Tronconi

 


Villa Clerici - Milano - Niguarda (mercoledì 8 maggio)
Villa Clerici, costruita come palazzo di delizia tra gli Anni Venti e Trenta del XVIII sec. per volontà di Giorgio Clerici, esponente di un’illustre casata lombarda,dopo aver subito nel tempo una serie di traversie, dagli inizi del XX sec. è stata oggetto di un progressivo, rispettoso restauro. Questo edificio monumentale, improntato ad una sobria eleganza e circondato da giardini in cui sono stati ambientati due scenografici teatri all’aperto, dal 1955 è sede della Galleria d’Arte Sacra dei Contemporanei; quest’ultima rappresenta la prima realtà di questo genere in Italia e tra le prime a livello internazionale; ospita importanti opere di famosi artisti del nostro tempo quali: Bodini, Carpi, Manzù, Messina,… Guida culturale: Rosa Maria Bruni Fossati

 

Le Isole del Canale della Manica (da sabato 11 a sabato 18 maggio)
Le isole del Canale (Jersey, Guernsey e Sark), che si trovano davanti al golfo di Saint-Malo, rappresentano gli ultimi resti del regno normanno. La terra madre è la Gran Bretagna da quando nell’anno 1066 Guglielmo, Duca di Normandia, vincendo la battaglia di Hastings diviene William I d’Inghilterra, ma hanno uno statuto assai particolare, non fanno parte del Regno Unito e dipendono, attraverso governi interni autonomi, direttamente dalla Corona. La corrente del Golfo dona alle isole un clima mite. Hanno belle spiagge, scogliere e paludi, ma anche resti neolitici, giardini e dimore private e del National Trust. Visiteremo anche la casa di Victor Hugo. Guida culturale: Pier Giulio Crespi

 

Le Capitali del Baltico (da domenica 2 a domenica 9 giugno)

Vilnius, capitale della Lituania, ricca di chiese barocche, Riga, capitale della Lettonia, città cosmopolita e frequentata da artisti, dove moderno e antico si mescolano in stili architettonici che vanno dal gotico al liberty e che, grazie alla sua felice posizione, è stata una delle più importanti città della Lega Anseatica, Tallin, capitale dell’Estonia, con case alte e strette, chiese e piazzette, mura medioevali intervallate da torri, un centro storico inserito nel patrimonio mondiale dall’Unesco e uno dei punti di partenza della Via dell’Ambra e Kaliningrad, ancora russa, per rendere omaggio alla tomba di Immanuel Kant. Guida culturale: Alberto Ferruzzi

 


Una passeggiata attraverso un millennio di storia tra i colori, i profumi e le suggestioni dei giardini dei Principi Borromeo. La Rocca d’Angera, con un ciclo di affreschi del XIII sec. e un giardino medievale di recente realizzazione a seguito di studi su antichi codici e manoscritti miniati. L’Isola Bella, ambiente elegante e sontuoso che conserva inestimabili opere d'arte ed un giardino con terrazze ornate e sovrapposte, classico e inimitabile esempio di "giardino all'italiana" seicentesco. L’Isola Madre, con piante rare e fiori esotici nel quale vivono in libertà pavoni, pappagalli e fagiani creando il fascino di una terra tropicale. Guida culturale: Pier Fausto Bagatti Valsecchi

 

Nuovo museo di Renzo Piano a Oslo, un’architettura tra la terra e il mare, affacciata su un canale, arricchita da un parco con sculture all’aperto. Questa la finalità del nostro viaggio che ci vedrà scoprire quell’architettura contemporanea che ha plasmato il volto della capitale norvegese, firmata da studi di fama internazionale: dall’ampliamento del National Museum of art, architecture and design (Sverre Fehn), alla Chiesa di Mortensrud (Jensen e Skodvin, 2002), all’Opera House (Snøhetta, 2008) e al nuovo trampolino con gli sci (Julien de Smedt del gruppo JDS) ridisegna lo scape urbano che si affianca al noto Holmenkollen, trampolino costruito nel 1892, per più di un secolo parte integrante del paesaggio. Senza dimenticare il Parco Vigeland, il Museo di Munch e la Galleria Nazionale. Guida culturale: Jacopo Gardella

 

Tra Dresda, Lipsia e Wagner (da mercoledì 19 a domenica 23 giugno)

Un viaggio tra magnifici panorami e spettacolari contraddizioni. Dresda rimane una meta di grande interesse come città d’arte e come esempio ammirevole di ricostruzione urbanistica dopo le distruzioni belliche. Il problema della ricostruzione e del completo rifacimento di interi quartieri, ha suscitato sempre vivaci polemiche e divergenze di opinioni tra chi è favorevole ad un rifacimento identico alla città del passato, e chi preferisce intervenire con forme e tecniche di oggi. Di questo problema, e delle sue sempre confutabili soluzioni, parleremo durante il viaggio; ci troveremo infatti nel cuore di una regione europea devastata dalla guerra ed oggi in gran parte ricostruita con criteri non sempre lodevoli. Con “L’olandese volante” di Wagner. Guide culturali: Jacopo Gardella e Claudio Cassetti

 

A Trento: il Museo di Renzo Piano (sabato 21 e domenica 22 settembre)
Il nuovo Museo delle Scienze progettato da Renzo Piano, nell’ambito dell’intervento sull’area ex Michelin, di cui rappresenta un fondamentale polo di attrazione socio culturale e di interesse collettivo. La concezione urbanistica dell’intero intervento si propone di ricreare, in quest’area, un vero e proprio pezzo di città, con le sue articolazioni e la sua complessità funzionale. Un edificio la cui forma architettonica nasce, oltre che dalla interpretazione volumetrica dei contenuti scientifici del museo, anche dai rapporti con il contesto: il nuovo quartiere, il parco, il fiume, palazzo delle Albere. Una fermata a Rovereto, al Mart, per riflettere sulla storia delle straordinarie collezioni del Museo attraverso la mostra “Una magnifica ossessione”. Guida culturale: Anty Pansera

Passeggiata in Francia: dall’alta Provenza a Lione

(da mercoledì 25 a lunedì 30 settembre)
Incastonata in un’ampia varietà di paesaggi, l’alta Provenza offre molteplici tesori. Le spettacolari falesie calcaree delle gole del Verdon, l’altopiano di Valensole, i campi di lavanda, i laghi. Borghi medioevali e cittadine pittoresche, come Manosque, Digne-les-Bains, Barcelonnette, Sisteron, Grignan, Saint Etienne, Città di Arte e di Storia, grazie al suo patrimonio storico e industriale riqualificato negli anni. Ma la creatività del luogo si esprime soprattutto attraverso il design industriale e l’architettura: il quartiere Firmino Vert, grande complesso architettonico realizzato da Le Corbusier e la vecchia Manifattura d’Armi e Cicli che accoglierà la futura Città del Design. E infine Lione, Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, alla scoperta dell’architettura dei romani fino alle attuali creazioni avanguardiste. Guida culturale: Pier Fausto Bagatti Valsecchi


 
San Pietroburgo (da mercoledì 2 a sabato 5 ottobre)
Un viaggio alla scoperta della meravigliosa San Pietroburgo, il centro storico, la cattedrale San Nicola, la residenza imperiale di Puskin,  una delle residenze imperiali più prestigiose della Russia zarista, il Castello di Mikhailovsksy, capolavoro dell'architettura russa, testimonianza dei drammatici eventi del XIX secolo, la Fortezza dei SS. Pietro e Paolo, il museo Hermitage e il museo Russo. Assistermo anche ad uno spettacolo al famoso Teatro Marinskij. Visita degli splendidi dintorni, i palazzi più significativi di Peterhof e Lomonosov con il parco e il bellissimo Palazzo Cinese. Guida Culturale: Marco Parini
 
Le forme severe dell’abbazia altomedievale di S. Giustina (VIII sec.) aprono l’itinerario a Sezzadio; maestoso l’interno con affreschi (XIV-XV sec.) e cripta con pavimento a mosaico. A Cremolino, l’imponente mole del Castello Malaspina domina da un’altura un vastissimo panorama; interessanti il sistema fortificato, i saloni riccamente arredati, il giardino. Assai diverse le impressioni suscitate da Villa Ottolenghi (1920) a Monterosso di Acqui, straordinario complesso con parco, risultante dalla stretta collaborazione tra architetti, pittori, scultori e mecenati (Piacentini, Depero, Wildt, Martini,…). Chiude la giornata il centro storico di Acqui, antico e famoso centro termale con notevoli testimonianze di epoca romana e medievale. Guida culturale: Rosa Maria Bruni Fossati

 

Pellegrini dell’architettura: Urbino, Francesco di Giorgio, Giancarlo De Carlo (da giovedì 10 a domenica 13 ottobre)

Un itinerario marchigiano, centrato sul Montefeltro e su Urbino, dove più dense e convergenti si fanno le testimonianze degli architetti che in questo viaggio ci ripromettiamo di conoscere: un grandissimo del Rinascimento, Francesco di Giorgio Martini, e un contemporaneo, che ci ha lasciato da pochi anni, Giancarlo De Carlo.
Al centro del viaggio questa straordinaria città che è Urbino, il nitido impianto urbano del suo centro storico e la ricchezza del suo patrimonio architettonico, costituito dai capolavori quattrocenteschi di Francesco di Giorgio e del Laurana, ma anche e forse soprattutto dalla qualità e compattezza del tessuto urbano complessivo, che si è venuto sedimentando come per stratificazioni successive, senza gravi lacerazioni fino ai tempi più recenti: e ciò soprattutto grazie alla continuità e alla qualità dell’opera dell’architetto Giancarlo De Carlo che a Urbino, nella seconda metà del secolo scorso, è stato protagonista del progetto urbanistico ed insieme artefice dei principali interventi architettonici. Un caso quasi unico, quello di De Carlo a Urbino, di una  collaborazione così lunga, feconda e felice e di una impronta personale così rilevante di un architetto contemporaneo in una città storica. Guida culturale: Francesco Borella

 

Nell’estremo lembo settentrionale dell’Italia, colonizzato fin dal medioevo dalle popolazioni Walser provenienti dalla Svizzera centrale, alla scoperta di uno straordinario paesaggio alpino costellato di pittoreschi villaggi caratterizzati dall’architettura in legno delle case, di cui le più antiche risalgono al Cinquecento e al Seicento, ripercorrendo l’evoluzione di un’architettura che affascinò anche l’architetto Piero Portaluppi, sia nelle case dei direttori delle centrali idroelettriche che nell’albergo della Cascata del Toce, la più imponente e alta delle Alpi. Guida culturale: Paolo Volorio

 

Anche il turismo culturale più attento affronta separatamente la Spagna meridionale e il Marocco: si rinuncia al riconoscimento della profonda unità culturale di questi due mondi, se osservati in un'ottica islamico-giudaica. Così la straordinaria realtà monumentale mussulmana dell'Andalusia è focalizzata quasi esclusivamente sulla fase finale del regno di Granada, senza soffermarsi sui monumenti delle età precedenti, come a Siviglia. Nel contempo si ha difficoltà a cogliere i valori della straordinaria fioritura della cultura mussulmana del Marocco, sia nella fase dell'unità culturale e religiosa sui due lati dello stretto di Gibilterra che nella lunga fase successiva, all'arrivo di islamici ed ebrei cacciati dalla Spagna, portatori di altissimi valori culturali. Il percorso propone una lettura unitaria dei due mondi spostandosi dalle premesse in Europa agli sviluppi in Africa, con esiti ben diversi da quelli a noi meglio noti negli altri paesi del Nord Africa e in Marocco nei secoli più vicini a noi e in luoghi più frequentemente visitati dagli europei. Guida Culturale: Ermanno Arslan

Manchester una città rinata! (da venerdì 8 a domenica 10 novembre)


Visitiamo una città che ha subito una miracolosa trasformazione. Con la chiusura delle sue fabbriche Manchester poco a poco subì un progressivo declino. Con la riscoperta delle sue architetture e con la rivalutazione dell’archeologia industriale, la città è rinata. Musei della produzione, magazzini del cotone trasformati in uffici, residenze, loft, un sistema di canali industriali oggi divenuti vie di comunicazione urbana ed ancora musei d’avanguardia ed opere di archistar tra cui Daniel Libeskind, Ian Simpson Architects, Michael Wilford. Guida Culturale: Marco Parini



Ciclo di visite ai Palazzi delle Istituzioni in Milano

(mezza giornata – pomeriggio - date da stabilire da ottobre 2013 a febbraio 2014)

Palazzo del Comune, Palazzo della Provincia, Palazzo della Prefettura, Palazzi della Regione, Palazzo di Giustizia, Palazzo della Camera del Lavoro, Palazzo della Camera di Commercio, Palazzo della Borsa.


Le istituzioni pubbliche per svolgere i loro compiti si avvalgono di persone con responsabilità politiche, amministrative, tecniche ed operative, ed anche di strutture fisiche nelle quali esse operano. La visita di questi palazzi, dove alla cronaca quotidiana si intrecciano storia, arte ed architettura, oltre a farli conoscere nella loro struttura interna, consentirà anche di approfondire maggiormente il ruolo delle diverse istituzioni che li occupano.


N.B. Le visite previste sono 5 in totale (unica visita per: i due Palazzi della Regione; il Palazzo della Provincia e il Palazzo della Prefettura, il Palazzo di Giustizia e la Camera del Lavoro; la Camera di Commercio e la Borsa) e sono da suddividere nel corso dell’anno. E’ da verificare la possibilità di visita in ciascuno dei palazzi elencati.

 

AllegatoDimensione
IN Programma Viaggi 2013.pdf293.71 KB
Torino Museo del Cinema.pdf397.64 KB
S.Eustorgio.pdf73.13 KB
Ponente ligure.pdf1.12 MB
Lisbona.pdf236.46 KB
IN Chiesa San Antonio Abate.pdf198.76 KB
IN Viaggio musicale Amsterdam.pdf232.27 KB
IN Friuli e Tiepolo in mostra.pdf582.89 KB
IN Cartone Raffaello Biblioteca Ambrosiana.pdf232.31 KB
IN Varallo Gaudenzio Ferrari.pdf562.36 KB
IN Baltico.pdf624.37 KB
IN Isole della Manica.pdf749.15 KB
IN Dresda e Lipsia.pdf316.75 KB
IN Oslo.pdf429.45 KB
IN Padova Bembo e De Nittis.pdf538.8 KB
IN Villa Clerici.pdf453.39 KB
IN Terre dei Borromeo.pdf198.85 KB
IN Alta Provenza.pdf481.3 KB
IN Andalusia e Marocco.pdf1.07 MB
IN Manchester.pdf242.45 KB
IN Alto Monferrato.pdf782.94 KB
IN Valle Formazza.pdf360.53 KB
IN Urbino.pdf326.44 KB
IN Trento.pdf679.73 KB
IN San Pietroburgo.pdf374.13 KB
Tags


Italia nostra Milano newsletter

Tieniti aggiornato sulle nostre ultime novità!