I Viaggi 2015 della Sezione di Milano


By segreteria - Posted on 04 Dicembre 2014

Argentina, terra di dinosauri e ghiacciai – Da Buenos Aires alla Terra del Fuoco 

(da domenica 25 gennaio a giovedì 5 febbraio)

Da Buenos Aires alla Terra del Fuoco, alla scoperta di una natura straordinaria, con escursioni in barca che ci permetteranno di vedere balene, elefanti marini, ghiacciai perenni alle porte dell'Antartide, dove vissero enormi dinosauri, dove arrivarono grandi navigatori (Magellano) e grandi naturalisti (Darwin). Vieni in Argentina, Patagonia, Terra del Fuoco. Argentina: una nazione densa di storia e di contraddizioni. Patagonia: una terra con pianure sconfinate, luoghi di selvaggia ed incontaminata bellezza e ricchissima fauna, area scarsamente popolata. Terra del Fuoco con i suoi ghiacciai: l'ultima città abitata, Usuhaia... alla fine del mondo.

Guida culturale: Salvatore Sutera 

 

Monza e i suoi tesori restaurati. La Villa Reale e la Cappella di Teodolinda 

(sabato 21 febbraio)

Una visita a Monza alla scoperta dei suoi monumenti che, dopo accurati restauri, sono tornati al loro antico splendore: la Villa Reale e la Cappella di Teodolinda. Avremo la straordinaria possibilità di visitare il cantiere dei restauri della cappella e salire sui ponteggi per ammirare da vicino gli splendidi affreschi con la guida eccezionale della D.ssa Anna Lucchini, direttrice dei restauri.

Guida culturale: Marco Parini

 

Castelli nel milanese

(sabato 7 marzo)

Per il II Ciclo di Conferenze e Visite per i nostri Soci “Siti antichi e poco noti di Milano e dintorni” proponiamo una giornata dedicata ai castelli nel milanese costruiti dai Visconti e dagli Sforza. Visiteremo il Castello di Abbiategrasso che conserva antichi affreschi e il Castello di Vigevano con la splendida Piazza e il Duomo. A Vigevano avremo l’eccezionale possibilità di ammirare anche gli spazi del Maschio, recuperati in questi ultimi anni e ancora non visibili al pubblico, aperti eccezionalmente per noi. Alle porte della città osserveremo la Sforzesca, azienda agricola voluta da Ludovico il Moro per poi dirigerci verso Pavia, dove ammireremo il castello e la Pinacoteca Malaspina e infine visiteremo il trecentesco Castello di Binasco.

Guida culturale: Marco Parini

 

Creta seguendo il filo di Arianna (da sabato 14 a giovedì 19 marzo) 

Creta: origine della nostra civiltà. Orgogliosa protagonista della mitologia e della storia greca, già dal terzo millennio a.C. si afferma come centro più progredito del Mediterraneo. Patria di Zeus e del re Minosse, che darà il nome alla prima civiltà greca, ma anche teatro in cui si muovono Dedalo, Icaro, il Minotauro, Teseo, Arianna… In seguito diventerà romana, araba, veneziana, ottomana e ogni epoca lascerà le sue vestigia. Agli antichi palazzi minoici si aggiungeranno castelli, monasteri, chiese, minareti, moschee. Tutto questo è Creta, un’isola tuttora lussureggiante, con foreste, montagne, innumerevoli fiumi, gole ed una costa variegata, talvolta con impervie scogliere a volte con dolci insenature.

Guida culturale: Serena Massa

 


Suggestioni d’arte e fioriture di camelie attorno al Verbano (sabato 28 marzo)

Il fascino millenario della Basilica di S. Vittore e del suo Battistero ad Arsago Seprio, uno dei più significativi complessi romanici lombardi; l’austera imponenza del Castello Visconteo di Somma Lombardo (XII sec.), con ambienti monumentali arricchiti da pregevoli arredi; la pittoresca Chiesa della Madonna di Campagna a Verbania, complesso architettonico rinascimentale di ispirazione bramantesca; ed ancora lo spettacolare giardino di Villa Anelli ad Oggebbio, una delle più famose collezioni di camelie esistenti oggi nel mondo, colta nel pieno del suo fulgore. Queste presenze animano un paesaggio che, ravvivato dalle prime colorazioni primaverili, risulta di particolare attrattiva. Guida culturale: Rosa Maria Bruni Fossati

 

Il fiume tra due terre. Tra Alsazia e Baden-Württemberg

(da venerdì 3 a mercoledì 8 aprile)

Da Colmar, Riquewihr, Strasburg, a Karlsruhe, Baden-Baden, Freiburg, alla scoperta di una terra affascinante e suggestiva che, tra Francia e Germania, si stende in dolci colline lungo il corso del Reno. Una regione dove tra Medioevo e Barocco sorsero città di straordinaria bellezza, nelle quali l’architettura minore ed i monumenti si integrano in un complesso armonico tutto da scoprire tra vie, piazze e vicoli, inseguendo guglie e pinnacoli, scoprendo dettagli che parlano di un passato di ricchezza e straordinaria sensibilità estetica, profusa tanto nelle dimore private quanto negli edifici pubblici ed in quelli di culto. Un’esperienza indimenticabile in un mondo dove il moderno ha saputo rispettare la storia ed i suoi preziosi segni.

Guida culturale: Paolo Volorio


Azerbaijan, un viaggio in una terra millenaria

(da sabato 25 aprile a sabato 2 maggio) 

Affacciata sul mar Caspio vide giungere sulle sue rive occidentali le legioni romane, mentre sulla riva orientale si fermava l’esercito dell’Imperatore della Cina: un incontro mai avvenuto? Visiteremo la splendida Baku con le sue architetture del Novecento contigue alla città medioevale ed all’opera degli archistar. Azerbaijan con il nero del petrolio e del caviale ed il rosso del fuoco che, naturale, scaturisce dalla pietra. Il nostro viaggio ci condurrà tra le gole del Caucaso, le antiche città carovaniere della Via della Seta, le moschee del decimo secolo ed i siti archeologici, tra questi Gobusthan, dichiarato nel 2007 Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Guida culturale: Marco Parini

 

Il cuore del lago. Orta San Giulio e la sua isola (sabato 9 maggio)

La capitale di un piccolo stato che fu indipendente dal Medioevo sino alla fine del Settecento, che conserva intatte le testimonianze del suo passato civile e religioso: l’antico palazzo della Comunità, sede del governo, i palazzi privati rinascimentali, barocchi ed ottocenteschi coi loro giardini, le sue chiese ed oratori, affrescati e costruiti da illustri pittori ed architetti. Di fronte al borgo ed alla sua piazza-porto l’Isola che, vuole la leggenda, San Giulio liberò dal mostro per costruirvi il nucleo di quella che è ritenuta una delle basiliche romaniche più importanti del Piemonte, ricca di tesori d’arte e di fede. Un luogo dove la storia è ancora viva e presente. Visiteremo anche un giardino all’italiana. Guida culturale: Paolo Volorio

 

Un Viaggio tra l’antica nobiltà dello Stato Pontificio: i Giardini storici del litorale laziale (da venerdì 15 a domenica 17 maggio)

Una visita diversa in Lazio. Dai tumuli etruschi di Cerveteri al castello Orsini-Odescalchi a Bracciano, dagli affascinanti scavi archeologici di Ostia Antica all’Abbazia Greca di Grottaferrata. Ville e giardini d’eccellenza come il Parco di Palazzo Patrizi, uno dei più importanti roseti privati italiani, e Villa Taverna, creati dal famoso paesaggista Russell Page, Ninfa con lo splendido parco all’inglese e il borgo voluto da Bonifacio VIII. Ogni momento di questo viaggio presenterà aspetti poco noti della campagna romana, persino gli alberghi, dalla campagna dell’antica Anguillara allo splendore della storica villa papalina di Grottaferrata. Giardini, arte ed ottima cucina. Guida culturale: Marco Parini

 

Tesori d’arte e natura poco noti nel Mendrisiotto e nel Luganese 

(giovedì 21 maggio)

A Ligornetto la Casa-museo dello scultore Vincenzo Vela (1820-1891) con il suo parco, di recente perfettamente restaurata e riallestita, conserva numerosi gessi, alcuni monumentali, fra i quali il famoso “Spartaco”, riferiti anche a personaggi del nostro Risorgimento. La visita sarà rivolta anche ad una mostra temporanea dedicata ad un noto scultore del ‘900. A Méride, piccolo borgo adagiato in una verde ed amena valletta, nell'antica casa comunale ristrutturata da Mario Botta, è ambientato lo straordinario Museo dei Fossili Marini ritrovati sull'adiacente Monte S. Giorgio. Chiude la giornata una sosta a Lugano per visitare la moderna chiesa di S. Nicolao della Flüe con le suggestive vetrate policrome di Willy Kaufmann. Se possibile, ammireremo anche la splendida parete affrescata da Bernardino Luini nella Chiesa di S. Maria degli Angioli. Guida culturale: Giovanni Fossati

 

Pantelleria, antico sobborgo di Cartagine. Viaggio alla scoperta dell'isola dei giardini e dei pozzi di rugiada (da sabato 23 a mercoledì 27 maggio)

L’archeologia rivela il volto millenario dell’isola di Pantelleria, l’antica Cossyra, crocevia tra l’Africa e l’Occidente. Nell’altura dominante il porto, dove si ergeva l’antica acropoli, cuore della vita civile e religiosa di questo avamposto punico, quasi un sobborgo della grande Cartagine, sotto templi ed edifici riccamente ornati con mosaici, marmi policromi, stucchi e statue, si nascondevano decine e decine di cisterne scavate nella roccia che assicuravano vita all’isola vulcanica priva di fonti d’acqua. Uno straordinario antico paesaggio mediterraneo, in cui le prime forme di vita sono state portate dal vento e dal mare e che Cesare Brandi definì "opera di giardinaggio più che di agricoltura". Quattrocento sono i "giardini" panteschi, simili a torri a cielo aperto, a protezione di un solo albero, anche detti "paradisi", nome sotto il quale si cela l'ancestrale rapporto tra l'uomo e la natura.

Guida culturale: Serena Massa

 

Dimore e giardini inglesi nel Suffolk e nei dintorni di Londra

(da lunedì 1 a lunedì 8 giugno)

Due giorni nel Suffolk, per scoprire giardini poco noti che il clima mite della costa rende ancora più affascinanti, caratteristici villaggi e, in particolare, i suggestivi paesaggi così amati da Constable. E sei giorni nei dintorni di Londra, visitando importantissime dimore storiche come Woburn Abbey, antica residenza dei Duchi di Bedford, con quadri del Canaletto, Van Dick, Rembrandt, Velasquez, Ham House e Casa Stuart, del 1610, famosa per i sontuosi interni, le spettacolari collezioni di mobili, tessuti e dipinti e per il giardino formale del XVII secolo.

Guida culturale: Hilary Smith

 


A Mantova per una visita insolita (sabato 13 giugno)

A Curtatone, a breve distanza dalla città, il quattrocentesco Santuario della Beata Vergine delle Grazie offre un’unica ed inaspettata visione di una folla di svariati personaggi miracolati; sono rappresentati a tutto tondo e perfettamente abbigliati; ambientati nelle loro nicchie, occupano completamente le pareti della chiesa. A Mantova un antico edificio conventuale cinquecentesco, completamente restaurato, ospita oggi il Conservatorio di musica; qui si visitano il chiostro maggiore ed il chiostro minore, l’auditorium e le aule d’organo intitolate ad illustri musicisti mantovani. Una facciata neoclassica, da poco restaurata, nasconde l’antico chiostro medievale del monastero di S. Agnese dove è stato di recente ottimamente riordinato il Museo Diocesano Francesco Gonzaga, ricco di dipinti, smalti, oreficerie, avori, arazzi, armature… Qui, fra l’altro, è esposto quanto resta del tesoro Gonzaga. Se a fine giornata sarà possibile, non mancherà una breve passeggiata fra Piazza Sordello e Piazza delle Erbe, il cuore antico della città. Guida culturale: Giovanni Fossati

 

Il Lodigiano 

(martedì 16 giugno 2015)

Per il Ciclo di Conferenze e Visite per i nostri Soci "Conosciamo il territorio. Idee per una giornata fuori porta" proponiamo una giornata dedicata alla scoperta del Lodigiano. Visiteremo a Ospedaletto Lodigiano la chiesa abbaziale dei SS. Pietro e Paolo Apostoli, che conserva importanti opere d'arte come la Pala d'altare del Giampietrino e uno stupendo coro ligneo intarsiato, e a Codogno la Collezione d'arte Lamberti, una preziosa raccolta di dipinti, disegni e sculture dal XVI secolo ai giorni nostri. Avremo l'eccezionale possibilità di visitare il Castello di Maccastorna, edificato nel XIII secolo dai ghibellini cacciati da Cremona e ammireremo a Sant'Angelo Lodigiano il Museo Morando Bolognini, suggestiva "Casa-Museo" ospitata nel Castello Bolognini. 

Guida culturale: Marco Parini

 

Una Sicilia diversa – Gli antichi borghi delle Madonie

(da mercoledì 17 a domenica 21 giugno)

“Quannu vai a visitari no tempo n’arreri ti fannu riturnari. Su posti nun contaminati di sta modernità e ci trovi cosi fatti di sana bontà… Ci su muntagni, vaddunati, e torrenti unni scurri acqua priziusa e trasparenti…” (Quando visiti le Madonie indietro nel tempo ti fanno tornare:  sono posti incontaminati dalla modernità e ci trovi cose sane e buone… ci sono montagne, valloni e torrenti dove scorre acqua preziosa e trasparente…). Proponiamo un viaggio esclusivo tra natura, arte e tradizioni. La presenza dell’uomo nelle Madonie è antichissima, come testimoniano importanti siti archeologici. Uno scrigno pieno di tesori realizzati seguendo il raffinato gusto della ricca aristocrazia siciliana, che qui dominò lungo tutto il medioevo. Ci vorrà un po’ di spirito di adattamento, nelle Madonie esistono solo decorosi ma piccoli agriturismi. Guida culturale: Alberto Ferruzzi

 

L'Oltrepò pavese

(giovedì 25 giugno)

Per il Ciclo di Conferenze e Visite per i nostri Soci "Conosciamo il territorio. Idee per una giornata fuori porta" proponiamo una giornata dedicata alla scoperta dell'Oltrepò pavese. Visiteremo il borgo medievale di Zavattarello con il Castello dal Verme, mirabile esempio di architettura militare ghibellina e il borgo antico di Varzi con la chiesa, del 1.100, dei Cappuccini dedicata a San Germano. Attraversando il Passo del Pènice arriveremo a Bobbio dove ammireremo il Duomo romanico e l'abbazia di S. Colombano e il suo Museo, e infine continuazione per Travo, per Rivalta e Piacenza.
Guida culturale: Alberto Ferruzzi

 

L’Islanda un Paese da scoprire, dove fuoco e ghiaccio si incontrano

(da mercoledì 1 a lunedì 6 luglio)

La terra del ghiaccio e del fuoco ove i vulcani eruttano lava tra ghiacciai che si gettano nel mare. Dal Mare del Nord ci sposteremo al Mar Glaciale Artico. Visiteremo Akureyri, la famosa “città del sole di mezzanotte” con i suoi monumenti e l’orto botanico; Geysir, che ha dato il nome al fenomeno dei getti d’acqua bollente; le cascate di Gullfoss con l’arcobaleno permanente e la “Cascata degli dei” a Goðafoss; la zona vulcanica di Mývatn con affascinanti fenomeni geotermici e vulcanici; Thingvellir, l’antico parlamento dei Vichinghi; Reykjavik, eletta Città Europea della Cultura nel 2000, con il caratteristico centro storico e i suoi musei; e infine un bagno nella calda Laguna Blu. Guida culturale: Marco Parini

 

Alla scoperta dell'Alto Verbano, le Isole di Brissago, Locarno e Ascona

(sabato 19 settembre 2015)

Dalla metà dell’Ottocento il Lago Maggiore divenne luogo di villeggiatura non solo per la nobiltà e la ricca borghesia lombarda e straniera, ma anche per un cenacolo di artisti. Scopriremo le bellezze delle Isole di Brissago, la più grande, l'Isola di San Pancrazio, ospita il Parco botanico del cantone Ticino e l'isola di Sant'Apollinare ricca di storia, con una bellissima villa immersa in un meraviglioso parco. Visiteremo il centro storico di Locarno con l'elegante piazza grande, il Castello Visconteo, sede del Museo Civico Archeologico, con una ricca collezione di vetri romani, e la Pinacoteca Civica che vanta una vasta raccolta di opere d'arte, tra cui quelle provenienti dalla Donazione Jean e Marguerite Arp. Guida culturale: Paolo Volorio

 

Un itinerario in terra bergamasca con un'attesa e importante riapertura

(sabato 26 settembre)

A Pontida il secolare complesso abbaziale con i suggestivi segni della sua lunga esistenza; a Bergamo la storica Villa Grismondi Finardi, antica residenza patrizia con sontuosi saloni ed un romantico parco, ed inoltre la Pinacoteca dell'Accademia Carrara, una delle più prestigiose d'Italia, riaperta dopo un lungo restauro ed un completo riallestimento; questi i principali obiettivi in un territorio ricco di testimonianze che, nello scorrere del tempo, attestano un intenso fervore intellettuale e artistico.

Guida culturale: Rosa Maria Bruni Fossati

 

Mostra "Acque e terre di Lombardia"

(mercoledì 7 ottobre)

La mostra presenta mappe e disegni antichi selezionati dall'Archivio dei Luoghi Pii Elemosinieri dell'ASP Golgi-Redaelli, restaurati e digitalizzati per l'occasione dal Fondo Enzo Monti di Italia Nostra - Sezione di Milano, accanto a materiali librari della Biblioteca di Brera e a strumenti ottocenteschi di misurazione appartenuti ad ingegneri lombardi. 

Guida culturale: Maria Cristina Brunati, curatore della mostra e Marco Bascapé

 

Mostra "Giotto, l'Italia"

(martedì 13 ottobre)

Un viaggio ideale sulle orme di Giotto nei primi decenni del Trecento attraverso l'esposizione di capolavori, per la prima volta esposti a Milano, che ripercorrono le tappe del lavoro del Maestro in Italia fino al suo arrivo nella città, dove realizzò la sua ultima creazione, Gloria del Mondo, oggi perduta.

Guida culturale: Pietro Petraroia, curatore della mostra

 

Mostra "Giotto, l'Italia"

(martedì 20 ottobre)

 

Un viaggio ideale sulle orme di Giotto nei primi decenni del Trecento attraverso l'esposizione di capolavori, per la prima volta esposti a Milano, che ripercorrono le tappe del lavoro del Maestro in Italia fino al suo arrivo nella città, dove realizzò la sua ultima creazione, Gloria del Mondo, oggi perduta.

Guida culturale: Pietro Petraroia, curatore della mostra

 

Visita a Palazzo Archinto

(mercoledì 27 ottobre)

 

Una Visita a Palazzo Archinto, il primo degli splendidi palazzi in cui venne chiamato a lavorare il Tiepolo nel 1731, per dare lustro Alla Famiglia Archinto, uno dei casati milanesi più in vista tra Sei e Settecento, che divenne poi sede dei Luoghi Pii Elemosinieri e che oggi ospita gli uffici amministrativi dell'ASP Golgi-redaelli. Ammireremo gli splendidi cortili, gli ambienti di rappresentanza dell'Ente e la Quadreria con magnifiche opere d'arte.

Guida culturale: Marco Bascapé e Sergio Rebora

 

La Grecia sconosciuta: il Peloponneso

(da sabato 10 a venerdì 16 ottobre)

Il viaggio affronta monograficamente il continente Peloponneso, tanto diverso da Attica, Beozia o Tessaglia, con memorie straordinarie di micenei, greci classici, romani, bizantini, veneziani, turchi. La Grecia non è solo Atene e Partenone, che tutti abbiamo visto anche più di una volta... è anche Micene, Corinto, Acrocorinto, Tirinto, Epidauro, Nauplion, Olimpia, Bassae, Messene, Pylos, Monemvasia, Mistrà… tre millenni di storia alle radici del nostro mondo. Guida culturale: Ermanno Arslan

 

Da San Gimignano a Montalcino con angoli di Toscana poco noti tra arte e vino

(da giovedì 22 a domenica 25 ottobre)

La vendemmia è appena finita e sta per incominciare la raccolta delle olive. Quale periodo migliore per visitare una delle zone più belle e piene di storia della Toscana! Certaldo, Colle Val d'Elsa, San Gimignano, Volterra, Monteriggioni, Montalcino: un itinerario intenso tra strade cittadine e antiche pievi, dove è possibile ammirare capolavori d'arte e miracoli paesaggistici della natura e soprattutto della secolare opera dell'uomo. La via francigena ci accompagnerà durante il nostro percorso, svelandoci borghi medioevali tra i più belli d’Italia, ma anche pievi affascinanti e a volte poco conosciute, come Cellole, Badia a Coneo, S. Antimo.

Guida culturale: Salvatore Sutera 

 

Torino e dintorni tra antico e moderno,

con Raffaello in mostra ed i nuovi allestimenti museali

(da sabato 14 a domenica 15 novembre)

Un imperdibile weekend a Torino e dintorni per ammirare la splendida Reggia di Venaria, dove visiteremo la magnifica mostra "Raffaello, il sole delle arti", il Castello di Rivoli e il Museo di Arte Contemporanea, la Casa del Conte Verde, il Palazzo Reale di Torino, con l'Armeria Reale e la Galleria Sabauda, e il nuovo allestimento del Museo Egizio. 

Guida culturale: Marco Parini

 

Il volto nuovo della Calabria

(da martedì 17 a sabato 21 novembre)

Il Museo archeologico di Reggio è forse il più bello del mondo, con i bronzi di Riace e tantissimi altri tesori, ora di nuovo restituiti ai visitatori in un nuovo prestigioso allestimento. Visiteremo Vibo Valentia, Tropea e oltre Reggio risaliremo lo Ionio, toccando Locri, Gerace, Stilo, Serra San Bruno e Scolacium/Roccelletta, per conoscere la Calabria greca, romana, bizantina e medievale.

Guida culturale: Ermanno Arslan

 

"La bellezza divina" di Firenze

mostra a Palazzo Strozzi ed i nuovi musei

(da sabato 28 a domenica 29 novembre)

Un bellissimo  weekend a Firenze, dove visiteremo il Nuovo Museo dell'Opera del Duomo, che sarà inaugurato il 29 ottobre, il Museo di Palazzo Vecchio ospitato nel Palazzo della Signoria, il Museo Novecento inaugurato nel giugno 2014 e la splendida mostra "Bellezza divina tra Van Gogh, Chagall e Fontana" nella meravigliosa cornice di Palazzo Strozzi. 

Guida culturale: Serena Massa


 

Valencia. Musei e Musica

(da domenica 6 a mercoledì 9 dicembre)

La Valencia delle nuove architetture lungo l'antico letto del fiume Turia, dove gli architetti Santiago Calatrava, Ricardo Bofill e Norman Foster hanno progettato la meravigliosa "Città delle Arti e delle Scienze", ma anche la Valencia ricca di storia con la Cattedrale e le torri medievali, la Lonja, l'antica Borsa, Patrimonio dell'Umanità Unesco, la Basilica de la Virgen de los Descampados e il Palazzo della Generalitat; la Valencia dei primi del '900 con il Mercato Centrale, la Estación del Norte e la Plaza del Ayuntamiento; la Valencia dei ricchi musei, come il Museo di Belle Arti San PIo V, una delle migliori pinacoteche spagnole, il Museo del Patriarca con stupende orificerie, ricami sculture e dipinti e il Palazzo del Marqués de Dos Aguas, sede del Museo Nazionale di Ceramica. Assisteremo al Palau de les Arts all'opera Macbeth di Giuseppe Verdi, diretta da Henrik Nánási con il mitico Plácido Domingo. 

Guida culturale: Marco Parini

 

Lo Sri Lanka,

piccola gemma incastonata nell'oceano indiano, un paradiso da scoprire

Viaggio di Capodanno

(da lunedì 28 dicembre 2015 a martedì 5 gennaio 2016)

Tante ricchezze e bellezze naturali che regalano serenità e spiritualità, antichi templi come quello del Dente di Buddha a Kandy e fortezze che emergono dal verde delle foreste, come quella del sito archeologico di Sigirya, Patrimonio Mondiale Unesco; città antiche e ricche di storia come Polonnaruwa e Anuradhapura, atmosfere coloniali, come quelle che si respirano a Nuwara Eliya, fortezze rupestri, siti archeologici, spiagge lunghissime e silenziose, montagne, pianure, fiumi e le sue foglie di té che ricoprono tutta la zona centrale che la rendono famosa in tutto il mondo con il nome di Ceylon. Visiteremo infine Colombo con edifici che testimoniano il passato coloniale, bei giardini e affollati mercati. 

 

AllegatoDimensione
Italia Nostra Milano Viaggi 2015.pdf59.94 KB
IN Creta.pdf148.66 KB
IN Camelie.pdf89.18 KB
IN Alsazia.pdf118.06 KB
IN Azerbaijan.pdf204.07 KB
IN Orta e San Giulio.pdf78.26 KB
IN Giardini del litorale laziale.pdf79.36 KB
IN Mendrisiotto.pdf76.51 KB
IN Pantelleria.pdf84.02 KB
IN Suffolk.pdf122.76 KB
IN Mantova.pdf91.34 KB
IN Madonie.pdf225.06 KB
IN Islanda.pdf105.01 KB
IN Argentina.pdf183.9 KB
IN Castelli nel milanese.pdf78.14 KB
IN Milano della Scienza.pdf77.69 KB
IN Monza.pdf80.38 KB
IN Conca Naviglio.pdf812.32 KB
IN Lodigiano.pdf75.28 KB
IN Mostra Leonardo.pdf78.27 KB
IN Oltrepò pavese.pdf72.26 KB
IN Alto Verbano Isole Brissago, Locarno e Ascona.pdf246.11 KB
IN Terra bergamasca.pdf106.02 KB
IN Toscana 2015.pdf109.73 KB
IN Calabria.pdf83.59 KB
IN Peloponneso.pdf147.95 KB
IN Valencia 2015.pdf88.2 KB
IN Sri Lanka Capodanno.pdf121.1 KB
IN Visita Giotto 13102015.pdf114.3 KB
IN Visita Giotto 20102015.pdf114.34 KB
IN Vista Palazzo Archinto.pdf63.63 KB
IN Acque e Terre Lombardia.pdf114.77 KB
IN Firenze.pdf201.07 KB
IN Torino.pdf100.45 KB
IN Visita MAGA Mostra Missoni.pdf135.87 KB


Italia nostra Milano newsletter

Tieniti aggiornato sulle nostre ultime novità!