"Spazio libero": regoliamo la pubblicità stradale


By amministratore - Posted on 02 Giugno 2010

Perché in Italia possiamo trasformare strade e paesaggi in spazi pubblicitari, mentre all'estero regole severissime regolamentano le affissioni? Basterebbe poco per migliorare il paesaggio: vietare la pubblicità stradale, o quano meno rientrare dalla piaga dell'abusivismo. Ora (marzo 2010) anche la stampa si accorge del problema (vedi articolo su Corriere della Sera online ). Con questi alleati possiamo farcela.

La campagna di Italia Nostra "Spazio libero" ha preso il via nel giugno 2008. Un gruppo di lavoro ha censito le principali strade dell'hinterland milanese riscontrando un livello altissimo di abusivismo. I cartelloni pubblicitari, inoltre, deturpano i superstiti paesaggi dei parchi e dell'agricoltura periurbana e dei beni culturali che arricchiscono la campagna lombarda. Da qui l'idea di una campagna volta a ripristinare la legalità e il decoro delle nostre strade e dei paesaggi.

Prossimo passo: rendere nazionale la campagna Spazio libero.

Scarica articolo Corriere della Sera

Scarica Dossier "Spazio libero" di Italia Nostra (versione marzo 2010)

 

 

AllegatoDimensione
SpazioLibero.pdf100.94 KB
naviglio grande vartelli abusivi lungo pista ciclabile.JPG1.02 MB
pista ciclabile naviglio grande cart abusivi.JPG1012.9 KB
sp 59 naviglio grande tutti i cartelli sono abusivi.JPG916.86 KB
sp vigevanese cartelli non autorizzati inoltre dovrebbero essere a 250 m dal limite di velocità 70 kmh.JPG937.54 KB
targhetta irregolare 1.JPG898.39 KB
targhetta irregolare 2.JPG971.54 KB
targhetta irregolare 3.JPG962.58 KB
cartelli abusivi lungo naviglio e parco sud.JPG879.05 KB
11-3-10 corriere cartelloni pubblicitari campagna Italia Nostra.pdf647.56 KB
SPAZIO LIBERO_marzo2010.pdf209.54 KB


Italia nostra Milano newsletter

Tieniti aggiornato sulle nostre ultime novità!